Associazione ciclo-turistica affiliata FIAB - Abbiategrasso - Milano



Calendario Cicloescursioni



Foto e Itinerari



Archivio



Link



Notizie



Materiale e documenti


L'Associazione










Grande   successo   di   BimbimBici,   domenica   8   Maggio.   E’   la   diciottesima   volta   che   FIABAbbiateinBici   organizza   questa   pedalata   per   bambini   della   scuola   primaria   accompagnati   daigenitori, completamente gratuita, con lo scopo di  promuovere l’uso quotidiano e turistico dellabicicletta. Quest’anno il gruppo, tra bambini e genitori ha riunito oltre 250 persone, per la primavolta non solo di Abbiategrasso, ma anche di Albairate e Cassinetta di Lugagnano. Una trentina isoci FIAB che hanno presidiato gli incroci, guidato ed accompagnato i partecipanti in un percorsocircolare di 12 km tra i tre comuni con fermata  ad Albairate  per  visitare il Museo Agricolo e aCassinetta per la merenda nel Parco comunale.La gioia dei partecipanti è stata espressa  sia dai genitiori sia dai bimbi impegnatissimi a pedalare,soprattutto i più piccoli. Non dimenticheremo una bambina a cui veniva da piangere perchè l’annoprossimo farà la prima media e sarà fuori età per BimbimBici. A tutti i bambini lo sponsor S.A.M.A.R. Biciclette di Cisliano ha regalato una pettorina giallofluoresecente, per essere più visibili nella circolazione, ed un buono sconto, mentre l’AssociazioneScuola Amica ha offerto un dolce di merenda. Un grande aiuto è venuto dal Comune di Albairateche  ha  stampato  i   volantini  distribuiti   nelle  classi (anche  di Abbiategrasso  e  Cassinetta)  e  dalComune di Cassinetta che ha completato la merenda con un succo di frutta.I Dirigenti e gli insegnati delle Scuole hanno collaborato distribuendo i volantini agli alunni.Un grazie anche e tutti i partecipanti e arrivederci al 2023!







Corso Bambini in bicicletta
Gita con i genitori

Corso AbiCi Bambini in bicicletta

Erano in 74, tra bimbi e genitori, alla gita finale del corso AbiCi Bambini in bicicletta organizzatoda FIAB Abbiateinbici per i bambini di prima e seconda elementare e ultimo anno di infanzia. Sabato 30 Aprile, in lunghissima fila, i bambini, ciascuno seguito e controllato dal proprio genitore, hanno percorso i 6 km su ciclabile, sterrato e strada con traffico, dimostrando di avere imparato bene come guidare la bicicletta in tutte le situazioni.
Ottimo si è dimostrato il risultato degli esercizie dei giochi per migliorare l’equilibrio,  imparare a togliere una mano dal manubrio per fare segnalazioni, frenare in discesa e su sterrato. Le gimkane sono servite a migliorare la precisione diguida ed il circuito con segnaletica e semaforo (prestati dal Servizio Lavori Pubblici e da AMAGA) ha dato le prime fondamentali nozioni di sicurezza stradale.
Arrivo alla Cappelletta (che ringraziamo per aver messo a disposizione la sua struttura) dove ogni partecipante ha avuto un diploma di merito e, offerta da FIAB Abbiateinbici, una pettorina gialla ad alta visibilità.
I genitori hanno molto apprezzato il lavoro dei 15 istruttori volontari che hanno organizzato e gestito il corso.




CAMPAGNA TESSERAMENTO FIAB-ABBIATENBICI 2022

Cari amici, è iniziata la campagna di tesseramento FIAB 2022 con lo slogan "Andiamo oltre insieme, per raggiungere nuovi traguardi"
Vi proponiamo come l'anno scorso diverse modalità per associarvi o rinnovare la tessera per il 2022,
- Con bonifico bancario;
- Con pagamento in contanti;
TRA TUTTI COLORO CHE SI ASSOCERANNO ENTRO IL 20 DICEMBRE VERRANNO ESTRATTI DUE CESTI NATALIZI.
Estrazione il 21 dicembre.
Potrai verificare sul sito i nomi dei fortunati, provvederemo alla consegna dei cesti prima di Natale

Come fare:

CON BONIFICO BANCARIO
Esegui un bonifico a FIAB-ABBIATENBICI,
IBAN IT13L0521632380000000000781, con in causale i nomi e cognomi dei soci che vuoi iscrivere.
Inviaci copia della ricevuta per email o WhatsApp Indicando nome e Cognome della persona da iscrivere e la modalità per ritirare la tessera:
- consegna a domicilio (solo per residenti ad Abbiategrasso)
- in sede il Mercoledì sera c/o BAR MARTA VIA G.G. SFORZA 76 ABBIATEGRASSO
- invio tramite posta elettronica, della copia della tessera da stampare (solo per i residenti fuori Abbiategrasso)

CON PAGAMENTO IN CONTANTI
Inviaci un WhatsApp o email indicando nome e cognome della persona da iscrivere al fine di poter predisporre la tessera

Ritiro tessera e pagamento:
- consegna a domicilio (solo per i residenti ad Abbiategrasso)
- in sede il Mercoledì sera c/o BAR MARTA VIA G.G. SFORZA 76

Vi informiamo che il costo delle tessere, nonostante l'aumento a livello nazionale è rimasto invariato:
- socio titolare 22€
- familiare 13€
- junior 8 €

Come vedete stiamo cercando di rendere più facile possibile il tesseramento.

ORA TOCCA A VOI

Abbiamo bisogno di essere sempre di più per fare sentire con forza la nostra voce.

Percorso individuale "3 navigli"

Come promesso mettiamo a vostra disposizione il primo di una serie di itinerari che, in attesa di tornare a pedalare insieme, potete intanto godervi da soli. Buon divertimento

Per scaricare il Roadbook , Mappa e percorso KML, e file GPX,cliccare qui




la lettera che abbiamo spedito agli amministratori di Abbiategrasso in relazione ai previsti finanziamenti per la mobilità ciclabile in città

Egregio signor Sindaco, 

Apprendiamo dalla stampa che Abbiategrasso avrà a disposizione 1,5 milioni di euro per progetti dedicati di ciclabilità (400’000 € per la "Traccia azzurra", 400’000 € per raccordare la ciclabile di Cassinetta con le scuole di via Legnano, 700’000 € per la ciclabile lungo l'alzaia del Canale Scolmatore di nord-ovest). Ci sono poi 700’000€ per opere pubbliche cantierabili entro il 31 ottobre 2020. Ci auguriamo che si colga questa opportunità per attuare qualcuna delle numerose proposte che FIAB Abbiateinbici vi ha già fatto per migliorare la ciclabilità e richiamare in città ciclisti e camminatori che transitano in zona.

Se i 700’000 € “cantierabili” verranno impiegati per riasfaltare le strade, ci auguriamo che al contempo si rinnovi la segnaletica orizzontale delle piste ciclabili urbane ormai ovunque irriconoscibili e si creino finalmente dei percorsi pedonali e ciclabili almeno nelle vie che conducono alle scuole. Vorremmo che le scuole fossero raggiungibili in sicurezza non solo da Cassinetta, ma anche da chi percorre a piedi o in bici via Legnano, oggi invasa dalle auto con marciapiedi stretti e sconnessi, o arriva dalle tante traverse prive di marciapiedi (via Di Dio, Podgora, Pasubio ecc.) Bambini, ragazzi e genitori costretti a mettere a rischio la propria incolumità muovendosi in mezzo alla strada perché le auto in sosta non lasciano spazio vicino ai muri per i pedoni (almeno un metro prescrive il Codice della Strada). Altrettanto per le vie limitrofe ai plessi di via Colombo e di via Folletta, così come buona parte delle vie residenziali della città.

Fiduciosi che in questa occasione vengano realizzati interventi a favore dei ciclisti e dei pedoni, restiamo a disposizione per qualunque chiarimento.

In bici secondo noi



In allegato gli articoli che Ordine e Libertà ha dedicato alle bici in occasione della "giornata mondiale della bicicletta". Buona lettura


Bonus Bici, cos’è e come funziona? Incentivi sino a € 500: chi ne ha diritto e come ottenerli.


Un incidente non è per caso: la pericolosa convivenza tra automezzi, pedoni e ciclisti ad Abbiategrasso
Abbiategrasso (33.000 abitanti, 22.000 automobili) è una città piccola; entro un raggio di 2,1 km dal centro -piazza Marconi- si trovano la stragrande maggioranza delle abitazioni, delle attività commerciali e produttive e dei servizi. Nonostante le brevi distanze, due terzi dei residenti con occupazione in città e quasi metà dei giovani abbiatensi che studiano negli istituti di istruzione secondaria cittadini vanno al lavoro o a scuola in auto, anche se attraversare l’abitato da un estremo all’altro in bici richiede meno di un quarto d’ora. Ad oggi circa il 15% degli abitanti usa abitualmente la bici, ma sarebbero molti di più se il traffico non li spaventasse. E’ una paura fondata? Purtroppo sì, i ciclisti sono un terzo delle vittime degli incidenti stradali che avvengono nel comune di Abbiategrasso. Così, per raccogliere informazioni utili alla rimodulazione della mobilità, FIAB Abbiateinbici ha studiato i problemi di convivenza tra pedoni, ciclisti e automezzi in città.






Cosa si può fare dal 18 maggio in bicicletta
(ma anche a piedi)


Molte delle limitazioni in vigore fino al 17 maggio sono decadute anche se, ogni qualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, devono essere adottate tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stessi e gli altri dal contagio. Non dimentichiamo che attualmente la Lombardia è la Regione con il più alto numero di casi di Coronavirus e quindi l’attenzione deve continuare ad essere molto alta.
Ecco le regole attuali:
  1. In tutte le condizioni bisogna sempre rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro anche per la attività motoria, ma di due metri per quella sportiva.
  2. Ci si può muovere liberamente, ma solo all’interno della Regione.
  3. Non ci sono limitazioni sul numero delle persone che si possono incontrare contemporaneamente, permane però il divieto di assembramento e l’indicazione di mantenere la distanza interpersonale.
  4. E’ sempre obbligatorio indossare la mascherina, o un qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, quando ci si trova al di fuori della propria abitazione. E’ anche obbligatoria una puntuale disinfezione delle mani. Unica eccezione bambini sotto i 6 anni e disabili.
  5. La mascherina si può togliere solo mentre si fa attività motoria intensa, bici compresa, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa ed il mantenimento del distanziamento sociale.
  6. E’ consentito spostarsi con mezzi pubblici o privati sia per raggiungere il luogo individuato per svolgere l’attività motoria o sportiva sia per gli altri scopi.
  7. Le auto possono essere utilizzate da più passeggeri solo se si rispetta la distanza minima di un metro.  Questo limite non vale se i mezzi sono utilizzati solo da persone conviventi. Poichè si è fuori dalla propria abitazione, la mascherina è obbligatoria.
  8. Sui mezzi di trasporto pubblico è obbligatorio l’utilizzo di guanti e mascherine. È cura del passeggero procurarsi guanti e mascherine e indossarli correttamente dal momento in cui entra in stazione.
  9. Per spostamenti entro la Regione, l’autodichiarazione non è più prevista.
  10. Le ciclofficine e i negozi di bici possono aprire.
regione.lombardia.it
governo.it


LETTERA APERTA AGLI AMMINISTRATORI ABBIATENSI




Incontro con gli amministratori


IL FUTURO PUO’ ASPETTARE




Le proposte per la sicurezza e lo sviluppo della mobilità in bicicletta ad Abbiategrasso che FIAB Abbiateinbici ha presentato la scorsa settimana  agli assessori Bernacchi, Bottene e Albetti sono state accolte con molta freddezza se non aperto scetticismo, benchè fossero supportate da documenti ed esempi concreti che dimostravano la loro praticabilità.
Abbiamo ricordato che le Ferrovie stanno per realizzare un sottopassaggio ciclopedonale tra i binari. Come già avviene in tante stazioni, un breve prolungamento permetterebbe di collegare il centro a via Giramo e Colombo, evitando a pedoni e ciclisti il passaggio a livello. Il vice Sindaco Roberto Albetti dà per certo che parlarne con RFI sia assolutamente inutile.
Il progetto”Bike to work”,  premia economicamente i dipendenti pubblici e privati che usano la bicicletta nel tragitto casa-lavoro. Si fa già in  numerose città di dimensioni simili  alla nostra, ad esempio Cesenatico, Conegliano, Collegno. Almeno 20'000 € per finanziarlo si potrebbero recuperare non rinnovando l'affitto che il Comune paga per il parcheggio auto (gratuito) della stazione e affidando il Bicipark a Trenord che già li gestisce in 22 stazioni. Gli abbonati Trenord avrebbero anche il vantaggio di accedere gratuitamente al Bicipark. Anche in questo caso il vice Sindaco è sicuro che Trenord non abbia nessun interesse a gestire il Bicipark di Abbiategrasso e che se Metropark tornasse in possesso del parcheggio lo chiuderebbe e basta.  E ancora: il “Bike to work” il nostro Comune non se lo può permettere, e comunque riguarda solo le grandi aziende (forse che con oltre 200 dipendenti il Comune non è una grande azienda di Abbiategrasso?).
Abbiamo infine proposto di sperimentare da subito le “strade scolastiche” (percorsi sicuri per raggiungere i plessi scolastici) che il nuovo codice della strada renderà obbligatorie. Ma la legge per ora non c'è e così, per assecondare alcuni commercianti della zona, via Legnano diventa in questi giorni a doppio senso di circolazione, senza tenere in alcun conto la sicurezza del migliaio di persone -bambini, genitori, ragazzi- che quotidianamente raggiungono a piedi e in bici le scuole di via Di Dio, Legnano e Galimberti.
Unica notizia positiva: il progetto “Traccia azzurra” (la ciclabile che raggiungerà Vigevano) è a buon punto e dovrebbe essere reso pubblico tra poco.
Tutto quello che abbiamo suggerito è già applicato con buoni risultati in altre città, eppure ci siamo trovati di fronte a un atteggiamento rinunciatario poco comprensibile. Rifiutarsi a priori di esplorare delle possibilità di miglioramento della vivibilità urbana significa avere una visione conservatrice, che non giova al futuro della città. A noi alla fine è rimasta la sensazione che siamo ancora molto lontani dal percorso di sostenibilità ambientale, di difesa del territorio e della qualità della vita che l-Amministrazione dichiara di voler perseguire e che mobilità attiva e sicurezza di pedoni e ciclisti siano argomenti totalmente estranei alla sua cultura.


Sicurezza stradale
La sicurezza stradale degli utenti "fragili" è uno dei temi che più stanno a cuore a FIAB, che da sempre lavora per prevenire i rischi per i ciclisti. Con soddisfazione abbiamo appreso della campagna #rispettiamoci avviata recentemente dall'ACI per portare automobilisti e ciclisti a condividere 10 regole per la mobilità sicura, equamente divise tra due e quattro ruote (vedi  allegato)


Camminare in luoghi insoliti, improbabili, improponibili
Se volete rivedere i video che abbiamo presentato nella serata del 28 maggio al CAI, li potete trovare tutti e 10 su YouTube.
Basta andare sul sito
https://www.youtube.com/
e nella finestra CERCA digitare luoghi insoliti improbabili improponibili oppure gianni oggioni .
Buona visione


E’ VERO, IN CENTRO LE PISTE CICLABILI NON SERVONO: SERVE ALTRO!
Per tenervi aggiornati sulle attività del Consiglio vi mando le nostre considerazioni relative all'intervista del Sindaco Nai, pubblicata su Ordine e Libertà di questa settimana, che trovate in allegato. Questo testo lo abbiamo mandato a tutte i giornali locali
E’ VERO, IN CENTRO LE PISTE CICLABILI NON SERVONO: SERVE ALTRO!
Abbiamo letto con molto interesse le opinioni del Sindaco Nai sulla mobilità nel centro storico e siamo assolutamente d'accordo con lui: le piste ciclabili nelle “zone 30” sono inutili e infatti non le abbiamo mai richieste. Quello che auspichiamo sono azioni che incentivano la mobilità di pedoni e ciclisti, scoraggiando l'utilizzo "improduttivo" dell’auto in tutta la città: consentire solo la sosta breve (e controllare!), limitare il passaggio delle auto nei momenti di massimo affollamento di pedoni e ciclisti, favorire sempre il transito in controsenso delle bici nei sensi unici, aumentare le zone pedonali.
Ricordiamo che i rilevamenti dimostrano che il 95% delle persone che transitano in centro sono pedoni o ciclisti e quindi meriterebbero più attenzioni del rimanente 5% in auto. In questa ottica avevamo proposto di attivare in via sperimentale la ZTL dalle 9 alle 12 dei giorni di mercato, definendo preventivamente degli indicatori per valutarne gli effetti e arrivare a decisioni basate su informazioni documentate proprio come chiede il Sindaco.
A due anni dalla riapertura di piazza Castello alle auto e a 6 mesi da quella del ponte di san Pietro, dovrebbe essere possibile un bilancio dei vantaggi ottenuti (aumento delle vendite/reddito dei commercianti della zona, diminuzione dell'inquinamento complessivo, tempo risparmiato dai cittadini nei trasferimenti ...). In generale, riteniamo indispensabile che le scelte debbano risultare non da impressioni soggettive, ma dalla valutazione di indicatori qualitativi e quantitativi che descrivano scientificamente gli effetti dei provvedimenti.
Durante la campagna elettorale il signor Sindaco ha sottoscritto la nostra "Piattaforma per la città ciclabile", riconoscendosi negli obiettivi proposti e impegnandosi a promuovere azioni a favore di ciclisti e pedoni, che non riguardano solo il centro storico. Ribadiamo che FIAB Abbiateinbici è assolutamente disponibile a continuare il percorso di collaborazione con l’Amministrazione Comunale.
FIAB Abbiategrasso Abbiateinbici
Il presidente Marina Buratti
Abbiategrasso, 24 marzo 2018


Ultimo
aggiornamento

14
maggio

2022



Gite 2022




Negozi convenzionati
2022



Albergabici


E-mail: fiababbiateinbici@gmail.com         Tel: 349 4629942
E’ possibile informarsi sulle iniziative nazionali consultando il sito. http://www.fiab-onlus.it/